itenfrdees

Promos Ricerche è un Consorzio senza fini di lucro. SCOPO: La promozione e l’introduzione dell’innovazione in qualsiasi forma e settore. Scopri di più.

Etichettatura alimentare, per latte e formaggi diventa obbligatoria l’origine della materia prima

cartone-latte-coldirettiDal 19 aprile 2017 scatta in Italia l’obbligo di indicare in etichetta, su tutte le confezioni dei prodotti lattiero-caseari, l’origine delle materie prime in maniera «chiara, visibile e facilmente leggibile». E questo per latte, burro, yogurt, mozzarella, formaggi e latticini a base di latte vaccino, ovicaprino, bufalino e di altra origine animale.

Con Decreto 9 dicembre 2016 (GU Serie Generale n.15 del 19-1-2017) di attuazione del Regolamento (UE) n. 1169/2011, relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori, dal 19 aprile le etichette di tutte le confezioni di latte e prodotti lattiero-caseari devono indicare il nome del Paese in cui è stato munto il latte e quello in cui è stato condizionato o trasformato. Qualora il latte o il latte utilizzato come ingrediente sia stato munto, confezionato e trasformato nello stesso Paese, l’indicazione di origine può essere assolta con una sola dicitura: «origine del latte: Italia». Se le fasi di confezionamento e trasformazione avvengono nel territorio di più Paesi ma diversi dall’Italia, possono essere utilizzate, a seconda della provenienza, le seguenti diciture: “latte di Paesi Ue” se la mungitura avviene in uno o più Paesi europei; "latte condizionato o trasformato in Paesi Ue", se queste fasi avvengono in uno o più Paesi europei.

Se le operazioni avvengono fuori dall’Ue, invece la dicitura è “Paesi non Ue”. Sono esclusi dall’obbligo di origine in etichetta solo i prodotti Dop e Igp che hanno già disciplinari relativi anche all’origine e il latte fresco già tracciato. L’etichetta di origine era molto attesa per questi prodotti proprio perché l’Italia, come ricorda la Coldiretti, che fortemente sostenuto il provvedimento e che definisce il nuovo obbligo «un momento storico per il made in Italy», è il più grande importatore di latte nel mondo; basti pensare che 3 cartoni di latte Uht su 4 sono di fatto “stranieri”, come anche la materia prima della metà delle mozzarelle.

AdA

Scarica il Decreto 9 dicembre 2016 di attuazione del Regolamento (UE) n. 1169/2011

Scarica il Regolamento (UE) n. 1169/2011

Le principali novità del Regolamento UE n. 1169/2011

Leggi tutto...

Nasce l'Associazione “Terra Flegrea” per la difesa ed il rilancio dell'agricoltura di qualità e della tradizione dei Campi Flegrei

terra flegreaE' nata “Terra Flegrea”, un'associazione senza fine di lucro, che accomuna l’intento di persone e di aziende del territorio di tutelare, promuovere e proporre al mercato le tradizionali produzioni agricole locali e i loro derivati di pregio.
E' convinzione comune nell’Associazione “Terra Flegrea”, che bisogna favorire l'incontro produttore-consumatore, sviluppare politiche di prodotto e di marketing, assistere gli associati per la predisposizione di pratiche di finanziamento, predisporre disciplinari di produzione a tutela della qualità, realizzare marchi e manuali di gestione dei prodotti e quanto altro utile agli associati, al territorio ed al mercato.
L'agricoltura del territorio, nonostante in difficoltà, sia per l’abbandono dei giovani, sia per le nuove tendenze di mercato, rappresenta ancora un'importante componente dell'economia locale, che per le eccellenti qualità del terreno vulcanico e per le condizioni climatiche, va ulteriormente rivalutata e rilanciata.
Si parte dal “Mandarino dei Campi Flegrei”, che è stato di recente riconosciuto “prodotto della tradizione” dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, grazie all’impegno dell’Associazione “L'Immagine del Mito”, del Consorzio Promos Ricerche e della Camera di Commercio di Napoli, che ha assicurato il contribuito per mettere a punto il disciplinare di produzione, il marchio ed il regolamento d’uso.
Soddisfatti del risultato Giovanni Guardascione, Domenico Ferrante e Sergio Pepicelli dell'Associazione “L'immagine del Mito”, promotori del progetto “Terra Flegrea”, a cui hanno dato pieno sostegno l’Amministratore Delegato, Ferdinando Flagiello ed il Direttore Generale, Attilio Montefusco, del Consorzio Promos Ricerche, che si sono avvalsi, per il supporto tecnico, dall'agronomo Gianluca Iovine.
Tutti presenti i primi soci che, il 29 marzo u.s. dinanzi al Notaio Marco De Ciutis, presso gli uffici del Consorzio Promos Ricerche all'interno della sontuosa sede della Camera di Commercio di Napoli, hanno costituito la nuova associazione: Nunzio Mancino – Presidente, Raffaele Verde – Vicepresidente, Antonio Guardascione - Segretario e Tesoriere, Ernesto Colutta, Vincenzo Guardascione, Nicola Scamardella, Gennaro Schiano e Teresa Vitale.

mb

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Iscriviti alla nostra newsletter. Resta aggiornato.