itenfrdees

Promos Ricerche è un Consorzio senza fini di lucro. SCOPO: La promozione e l’introduzione dell’innovazione in qualsiasi forma e settore. Scopri di più.

News

Agricoltura, in Campania contributi fino a 500mila euro per i progetti di innovazione

Agricoltura, in Campania contributi fino a 500mila euro per i progetti di innovazione

Stampa Email

Finanziamenti da un minimo di 100 mila euro a un massimo di 500 mila per sostenere la realizzazione di progetti innovativi in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura. A metterli a disposizione, a valere sui fondi del Psr Campania 2014-2020 per un totale di oltre 10 milioni, è la Regione Campania attraverso un avviso pubblico appena approvato (Decreto n. 339 del 29 dicembre 2017).

Il bando finanzia “progetti operativi di innovazione”, finalizzati a migliorare le prestazioni economiche delle aziende agricole attraverso opere di ristrutturazione e ammodernamento; migliorare la competitività dei produttori primari attraverso una loro migliore integrazione nella filiera agroalimentare; preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi connessi ad agricoltura e silvicoltura; rendere più efficiente l’uso dell’acqua in agricoltura; favorire l’approvvigionamento e l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili; promuovere la diversificazione, la creazione e lo sviluppo di piccole imprese e l’occupazione.

Possono accedere ai contributi regionali i partenariati che coinvolgano attori provenienti da diversi ambiti, quali agricoltori, ricercatori, consulenti, formatori, imprese, associazioni di categoria, consumatori, gruppi di interesse, organizzazioni non governative, comunità rurali.

L’incentivo viene erogato sotto forma di contributo in conto capitale nella misura del 100% della spesa ammissibile. L’importo complessivo richiesto deve essere compreso tra un minimo di 100 mila euro e un massimo di 500 mila euro.

Le richieste di finanziamento possono essere inviate tramite il portale Sian entro il 5 aprile 2018.

AdA

Scarica il Bando Azione 2 – Decreto Dirigenziale n. 339 del 29.12.2017