itenfrdees

Promos Ricerche è un Consorzio senza fini di lucro. SCOPO: La promozione e l’introduzione dell’innovazione in qualsiasi forma e settore. Scopri di più.

Attività iniziali

Stampa Email
(0 Voti)

Numerose sono state le attività svolte dalla costituzione del Consorzio con il supporto prevalente della Camera di Commercio di Napoli ed inizialmente anche dell’IRI che hanno consentito, sia di partecipare ad iniziative condivise dalla rete dei Consorzi Città Ricerche, sia  di rendere disponibili borse di studio e premi di laurea. Gli interventi sono stati finalizzati a sviluppare un sistema di competenze e conoscenze utilizzabili per studi ed indagini settoriali a beneficio ed in diretta collaborazione con i Consorziati, oltre ad una serie di nuovi servizi ed attività non presenti in Campania, di cui alcuni di seguito citati e sinteticamente descritti come:

L’Osservatorio scientifico tecnologico della domanda/offerta di ricerca e sviluppo e di servizi tecnologicamente avanzati
Nel 1991, l’allora Consorzio Napoli Ricerche realizzò un’opera in tre volumi con raggruppate le principali ricerche delle strutture universitarie allora consorziate e del CNR, al fine di creare un’unica banca dati regionale. In seguito, con l’ampliamento della compagine consortile l’iniziativa fu ulteriormente estesa e sviluppata e, nel 1993, fu riproposta una nuova ampliata struttura, non più a stampa, ma raccolta in una base dati diffusa attraverso il servizio VIDEOTEL.
A seguito di un ulteriore implementazione realizzata negli anni 96/97, attraverso interviste, fu messa a punto una nuova base dati informatizzata che consentiva di individuare specifiche ricerche, competenze e professionalità delle strutture di ricerca  che fu resa disponibile on-line come la Banca dati delle Strutture di Ricerca e Servizi della Campania - ST.RI.SE..
A seguito di tali esperienze, grazie ad un finanziamento della Regione Campania, ex L.R. 41/94, nel 2000 fu presentato un nuovo progetto e realizzata una ancora più innovativa Base Dati. Considerata la veloce obsolescenza delle precedenti iniziative il nuovo sistema, consentiva l’autoaggiornamento direttamente alle strutture di ricerca, dando così vita ad un vero e proprio Osservatorio dell’offerta di Ricerca e Sviluppo e di Servizi Tecnologicamente Avanzati, che però non fu più finanziato.

Il Servizio Point – Punto di Orientamento e Informazione sulla Normativa Tecnica (tutt’ora attivo)
Attivato nel 1993 come punto di consultazione ed acquisizione della Normativa Tecnica, realizzato presso la Borsa Merci della CCIAA di Napoli, in collaborazione con gli Enti Normatori italiani UNI e CEI, di cui il Consorzio è il punto di riferimento territoriale e, grazie al contributo diretto della Camera di Commercio di Napoli, il Servizio POINT assiste Imprese, Organismi ed Enti nell’individuazione ed applicazione della normativa nei settori di specifico interesse, offrendo una serie di servizi con il diretto coinvolgimento di tali Enti.
In particolare il Consorzio ha sviluppato, inoltre, una serie di iniziative proiettate a diffondere una cultura della qualità e della sicurezza; in particolare, a seguito della L.46/90 sulla sicurezza degli impianti domestici, con il supporto anche del Ministero dell’Industria ed il diretto coinvolgimento di UNI e CEI fu realizzata un’intensa attività formativa finalizzata all’aggiornamento professionale di installatori e manutentori di impianti elettrici, idrici, gas, riscaldamento ecc. Ai circa 30 incontri, che oltre alle Camere di Commercio della Campania e del basso Lazio, hanno coinvolto Associazioni imprenditoriali, Istituzioni scolastiche, Università ed altri organismi territoriali, hanno partecipato quasi 2.500 installatori e manutentori.


L’Osservatorio su carriere e sbocchi occupazionali dei laureati e diplomati delle Università della Campania
Dal 1997 fino al 2005 è stata una delle principali attività del Consorzio, realizzata per le Università della regione e pienamente operativa fino all’attivazione del Servizio Nazionale di Alma Laurea.
Nato da un più ampio progetto di costituzione di un Centro regionale per l’Orientamento agli studi universitari, era basato, essenzialmente, su tre fasi: la prima di orientamento alla scelta della Facoltà universitaria; la seconda per la realizzazione di una Banca Dati dei laureati e diplomati delle Università, la terza sul “follow-up” degli sbocchi occupazionali a due anni dal conseguimento del titolo di studio, finalizzato a monitorare le risultanze dell’offerta formativa universitaria.
La prima fase fu avviata attraverso la realizzazione di un “CD per l’orientamento universitario” per la Federico II e di alcune iniziative avviate con l’Istituto Universitario Orientale (oggi Università “L’Orientale”) e la Seconda Università di Napoli.
L’”Osservatorio Neolaureati” fu inizialmente realizzato con l’Università Federiciana e con l’Istituto Universitario Navale (oggi Università “Parthenope”) e in seguito esteso a tutti gli Atenei della Campania, con cui furono attivate apposite convenzioni.
Furono redatti appositi questionari, stampati e distribuiti alle Segreterie delle Facoltà, che venivano consegnati agli studenti al momento della laurea e ritirati dalle stesse Segreterie, che validavano titolo, data e voto di laurea. I dati, così, raccolti venivano inseriti nella “banca dati dei neolaureati e diplomati delle Università campane” che, nel 2005 conteneva i profili relativi a oltre 39.000 neolaureati.
La banca dati era stata realizzata in modo da essere costantemente aggiornata al fine di agevolare Enti ed Aziende nella ricerca di personale qualificato, nonché facilitare l’accesso dei giovani al mondo del lavoro ed era  diffusa in una forma ridotta ed anonima on-line,  dando origine al servizio “Filo diretto con le Imprese”, la cui consultazione era gratuita ed aperta ad aziende ed enti, per la ricerca di personale qualificato. Una volta identificati i profili di loro interesse, le imprese richiedevano i dati anagrafici dei laureati e diplomati, giustificandone il motivo.

Ultima modifica il Giovedì, 25 Gennaio 2018 15:34

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter. Resta aggiornato.