itenfrdees

Promos Ricerche è un Consorzio senza fini di lucro. SCOPO: La promozione e l’introduzione dell’innovazione in qualsiasi forma e settore. Scopri di più.

News

Efficienza energetica delle PMI, la Regione Campania stanzia 10 milioni

Efficienza energetica delle PMI, la Regione Campania stanzia 10 milioni

Con deliberazione n. 531 del 8 agosto 2017, la Giunta della Regione Campania ha stanziato ulteriori 10 milioni di euro per il finanziamento di interventi destinati all’efficientamento energetico delle Piccole e Medie Imprese. Le risorse appena stanziate, considerato l’elevato numero di domande già trasmesse, si aggiungono agli originari € 7.149.200,00 rinvenienti dalla dotazione dell’Asse 4 – del P.O.R. F.E.S.R. Campania 2014/2020.

Gli aiuti sono rivolti alle P.M.I. aventi sede legale e/o unità operativa ubicata in Campania. Sono escluse le imprese operanti nel settore della pesca e dell’acquacoltura, della produzione primaria di prodotti agricoli, della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli ed attività connesse all’esportazione verso paesi terzi o Stati membri, ossia collegati a alla costituzione e gestione di una rete di distribuzione.

I progetti finanziabili, da realizzarsi in una o più delle sedi operative (fino a un massimo di 10 sedi) situate nel territorio della Regione Campania, possono consistere nella:

  • realizzazione di una diagnosi energetica conforme ai requisiti previsti dall’Allegato 2 del Decreto Legislativo n. 102/2014;
  • realizzazione di almeno un intervento di efficientamento energetico con tempo di ritorno economico inferiore o uguale a quattro anni, previsti dalla diagnosi energetica (come documento a sé stante oppure a corredo della certificazione ISO 50001), tra cui:
  • installazione di impianti di cogenerazione ad elevato rendimento e di impianti di trigenerazione;
  • attività finalizzate all’aumento dell’efficienza energetica nei processi produttivi, diretta a ridurre l’incidenza energetica sul prodotto finale, tali da determinare un significativo risparmio annuo di energia primaria;
  • attività mirate alla riduzione dei consumi energetici mediante una riorganizzazione di processi di produzione basati sulla tecnologia e su device in grado di comunicare autonomamente tra di loro (smart factory e industria 4.0);
  • attività finalizzate all’aumento dell’efficienza energetica degli edifici nell’unità locale; sostituzione puntuale di sistemi e componenti a bassa efficienza con altri a maggiore efficienza; attività di installazione di impianti a fonti rinnovabili a condizione che l’energia prodotta sia destinata all’autoconsumo;
  • adozione del sistema di gestione dell’energia (SGE) conforme alla norma ISO 50001.

Sono ammessi i piani di investimento aziendale di importo pari o superiore a € 50.000,00.
Il contributo erogabile è pari a:

  • 50% delle spese ammissibili per la diagnosi energetica (relativa ad una o più sedi operative fino a un massimo di dieci) fino a un contributo massimo complessivo di € 5.000,00;
  • 50% delle spese ammissibili dell’intervento di efficientamento energetico (relativo a una o più delle attività previste e a una o più delle sedi) fino a un contributo massimo complessivo di € 100.000,00;
  • 50% delle spese ammissibili per l’adozione del sistema di gestione ISO 50001 fino a un contributo massimo complessivo di € 10.000,00.

Lo sportello per la presentazione delle manifestazioni d’interesse è stato aperto, sul portale istituzionale di Regione Campania, dallo scorso 19 giugno.

AdA

Scarica la delibera della Giunta Regionale n. 531 del 08/08/2017

Leggi tutto...

Aziende vinicole: finanziamenti per nuovi macchinari e punti vendita

vinoC’è tempo fino al prossimo 7 aprile per presentare domanda di partecipazione al bando della Regione Campania per la misura “Investimenti” del Piano nazionale di sostegno del vino – campagna 2016/2017. A disposizione ci sono 900mila euro per investimenti da realizzare sia in ambito aziendale che extra-aziendale, ferma restando la complementarietà con il Psr Campania 2014-2020.

Con le risorse a disposizione saranno finanziati, a livello aziendale, l’acquisto di nuovi macchinari (per la lavorazione delle uve e del vino, per la fermentazione e vinificazione, per lo stoccaggio, la miscelazione e l’invecchiamento del vino,  per il condizionamento - imbottigliamento, etichettatura, imballaggio -  per il trattamento acque reflue della cantina;  per la gestione informatica della cantina, per attrezzature e apparecchiature di laboratorio per il controllo della qualità dei vini; per hardware, software, computer, stampante, piattaforme web / e-commerce), il miglioramento e controllo della qualità e il risparmio energetico nonché la realizzazione di punti vendita e sale di degustazione (fino ad un massimo di 80mila euro di spesa).

A livello extra-aziendale, invece, il finanziamento potrà riguardare punti vendita, sale di degustazione e sale espositive (fino ad un massimo di spesa di 150 mila euro).

Il contributo erogato è pari al 50 per cento della spesa ammessa. I contributi sono riservati, in particolar modo, ai produttori di vini e mosti, ottenuti dalla trasformazione di uve fresche, acquistati o conferiti dai soci nonché a coloro che elaborano, affinano o confezionano il vino conferito dai soci e/o acquistato.

Le domande, complete di tutta la documentazione prevista dal bando, devono essere presentate entro il 7 aprile ai Centri assistenza Agricola (Caa) con procedura informatizzata sul portale Sian. Le stesse domande vanno, inoltre, consegnate all’Ufficio regionale competente per territorio, anche in forma cartacea entro la scadenza del 13 aprile 2017.

AdA

Scarica il bando

Leggi tutto...

Regione Campania. Parte "Ben-Essere Giovani" laboratori d'impresa per under 35

BENESSERE GIOVANILa Regione Campania promuove ”Benessere Giovani” con la linea di intervento “Organizziamoci” che mira a sensibilizzare ed accompagnare i giovani dai 16 ai 35 anni alla cultura d’impresa, alla loro autonomia e all'acquisizione di esperienze e competenze utili a favorire la loro crescita personale, la cittadinanza attiva e la conoscenza dei territori e a dare spazio alle loro propensioni artistiche e creative.

L’Avviso è rivolto a partenariati tra soggetti pubblici, associazioni giovanili, altri soggetti senza scopo di lucro e imprese per lo svolgimento di laboratori rivolti ai giovani attraverso l’utilizzo di spazi pubblici multifunzionali messi stabilmente a disposizione dei giovani.

Capofila del partenariato sono i Comuni, in forma singola o associata, che hanno nella propria disponibilità uno spazio destinato ad attività polivalenti giovanili. Il partenariato deve prevedere la partecipazione di almeno un’associazione giovanile.

Ogni partenariato dovrà presentare una proposta progettuale che preveda l’attivazione di almeno due tra tre tipologie di laboratori: laboratori relativi a percorsi accompagnamento alla creazione d'impresa e al lavoro autonomo; laboratori esperienziali nei quali i giovani acquisiranno esperienze e abilità pratiche presso le imprese; laboratori educativi e culturali, finalizzati a promuovere attività di animazione giovanile.

Al centro dell’intervento sono i giovani, per accrescere la loro autonomia, la loro voglia di fare esperienza, di mettersi in gioco, di sviluppare la loro creatività e i talenti, confrontarsi con il mondo dell’impresa e della cultura dei territori e fruire di spazi organizzati in cui si possono ritrovare stabilmente.

Attraverso i laboratori attivati, i giovani saranno sensibilizzati alla cultura d’impresa, assistiti nell’acquisizione di competenze e abilità, accompagnati in percorsi di crescita personale e integrazione sociale incentrati sui temi della legalità, della cittadinanza attiva, dell’educazione e tutela dell'ambiente, nonché alla partecipazione collettiva di ricostruzione della identità dei luoghi e delle comunità.

Le domande vanno presentate sulla piattaforma informatica http://benesseregiovani.regione.campania.it (attiva a partire dalle ore 24 del 15 dicembre).

Scarica la documentazione

mb

Fonte Regione Campanica

 

Leggi tutto...

Incentivi per l'agricoltura giovanile. 70,5 milioni dal Programma di Sviluppo Rurale 2014 - 2020

psr-2014-2020Il 12 settembre 2016 l’assessorato agricoltura della Regione Campania, ha emanato il decreto dirigenziale n. 46 di approvazione dei bandi del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 già resi pubblici lo scorso  luglio, inerenti alle misure a investimento, ed il premio per il primo insediamento dei giovani.
Per queste misure  è stata definita  la copertura finanziaria, posto il tetto di spesa per i quattro bandi   e fissato il termine di 60 giorni per presentare le domande dalla pubblicazione sul Bollettino ufficiale della regione.
La copertura finanziaria è stata reperita mediante il Decreto Regionale Dirigenziale n. 40 del 4 agosto scorso, con il quale, il direttore generale “nel rettificare i valori indicati nel proprio Decreto n. 31 del 13 luglio 2016, ha autorizzato tra l’altro, un aumento dello stanziamento di competenza del capitolo di spesa 2495, Missione 16, Programma 3, Titolo 2, Macro aggregato 203, avente la seguente denominazione ‘Programma per lo sviluppo rurale 2014/2020 – Feasr Quota regionale’" .

Con il decreto del 12 settembre vengono  appostati:

  • 28 milioni e 210mila euro sulla sottomisura 4.1.1 "Supporto per gli investimenti nelle aziende agricole”;
  • 26 milioni e 100mila euro sulla tipologia 4.1.2 "Investimenti per il ricambio generazionale nelle aziende agricole e l'inserimento di giovani agricoltori qualificati";
  • 5 milioni sulla sottomisura 5.2.1 "Ripristino del potenziale produttivo danneggiato da calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici";
  • 11milioni e 250mila sulla tipologia 6.1.1 "Riconoscimento del premio per i giovani agricoltori che per la prima volta si insediano come capo azienda agricola".

Su questi bandi, inoltre, è stabilito che “la dotazione finanziaria potrà essere incrementata, prima della scadenza degli stessi, a seguito della conclusione della procedura amministrativo-contabile di variazione del bilancio regionale che, tra l’altro, prevede un incremento della dotazione finanziaria del citato capitolo di spesa 2495”.

Leggi il Decreto Dirigenziale

mb

Fonte: Il Denaro.it

 

Leggi tutto...

Sicurezza sul Lavoro: prorogata la presentazione delle domande per corsi gratuiti di formazione per Datori di Lavoro e Addetti alla Sicurezza

rspp modulo aLa Regione Campania con Decreto Dirigenziale n. 94 del 30/11/2015 di prossima pubblicazione (lunedì 7 dicembre p.v.)  proroga al 22 dicembre 2015 il termine di presentazione delle manifestazioni di interesse riferite all'Avviso Pubblico sulla Sicurezza del Lavoro già approvato con decreto n. 90/2015.

L’Avviso è rivolto ai datori di lavoro ed agli RLS del settore edile al fine di assicurare a ciascun lavoratore un ambiente di lavoro privo di rischio e pertanto provvedere ad attivare conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore.

Il percorso formativo sulla sicurezza sui luoghi di lavoro riguarda quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 e ss.mm.ii, - Accordo Stato Regioni del 21 Dicembre 2011 - ed è relativo alla formazione generale e specifica del settore edile.

Il corso di formazione/informazione, con il coinvolgimento delle parti sociali maggiormente rappresentative sul piano nazionale e regionale e/o degli enti bilaterali di appartenenza, si articola in due diverse parti volte proprio a trasmettere nozioni tanto generali quanto specifiche.
o    Parte generale: legislazione vigente, i soggetti attivi nella sicurezza sul lavoro e nella prevenzione e loro obblighi; principali posizioni di garanzia;
o    Parte specifica: individuazione dei rischi, Approfondimenti e focus sui luoghi, attrezzature, dispositivi di sicurezza e di protezione.

I destinatari sono Datori di lavoro, rappresentanti del lavoratori per la sicurezza (RLS) quali soggetti coinvolti nella prevenzione e sicurezza dei luoghi di lavoro nei settori dell'edilizia e delle costruzioni di infrastrutture.

La partecipazione alla formazione sarà assicurata in percentuale delle richieste pervenute, principalmente rivolta agli RLS, ai dirigenti e agli altri soggetti preposti sicurezza sui luoghi di lavoro, dando priorità alle richieste per le quali i datori di lavoro dichiarano di partecipare ai corsi che potranno essere organizzati separatamente ed a loro specificamente rivolti.

I percorsi avranno la durata di 32 ore e si svolgeranno presso le sedi istituzionali della Regione Campania, della Direzione Interregionale del Lavoro del Ministero del lavoro e dell'Inail presenti sul territorio regionale.

A conclusione del percorso formativo informativo, verrà rilasciato un attestato di partecipazione valido per l’assolvimento degli obblighi di legge ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 81/2008 e ss.mm.ii.

Le domande di partecipazione, allegate all’Avviso, dovranno pervenire entro il 22 dicembre 2015 esclusivamente al seguente indirizzo email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

AdA

Scarica l’Avviso e la domanda di partecipazione DD n. 94/2015

Leggi tutto...

Sicurezza sul Lavoro: corsi gratuiti di formazione per Datori di Lavoro e Addetti alla Sicurezza

aggiornamentiLa Regione Campania in collaborazione con la Direzione Interregionale del Ministero del Lavoro e la Direzione Regionale dell’INAIL indice una Manifestazione di Interesse per diffondere la cultura della Sicurezza sul Lavoro attraverso la promozione di corsi di formazione rivolti ai Datori di Lavoro ed ai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS).

L’Avviso è rivolto ai datori di lavoro ed agli RLS del settore edile al fine di assicurare a ciascun lavoratore un ambiente di lavoro privo di rischio e pertanto provvedere ad attivare conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore.

Il percorso formativo sulla sicurezza sui luoghi di lavoro riguarda quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 e ss.mm.ii, - Accordo Stato Regioni del 21 Dicembre 2011 - ed è relativo alla formazione generale e specifica del settore edile.

Il corso di formazione/informazione, con il coinvolgimento delle parti sociali maggiormente rappresentative sul piano nazionale e regionale e/o degli enti bilaterali di appartenenza, si articola in due diverse parti volte proprio a trasmettere nozioni tanto generali quanto specifiche.

  • Parte generale: legislazione vigente, i soggetti attivi nella sicurezza sul lavoro e nella prevenzione e loro obblighi; principali posizioni di garanzia;
  • Parte specifica: individuazione dei rischi, Approfondimenti e focus sui luoghi, attrezzature, dispositivi di sicurezza e di protezione.

I destinatari sono Datori di lavoro, rappresentanti del lavoratori per la sicurezza (RLS) quali soggetti coinvolti nella prevenzione e sicurezza dei luoghi di lavoro nei settori dell'edilizia e delle costruzioni di infrastrutture.

La partecipazione alla formazione sarà assicurata in percentuale delle richieste pervenute, principalmente rivolta agli RLS, ai dirigenti e agli altri soggetti preposti sicurezza sui luoghi di lavoro, dando priorità alle richieste per le quali i datori di lavoro dichiarano di partecipare ai corsi che potranno essere organizzati separatamente ed a loro specificamente rivolti.

I percorsi avranno la durata di 32 ore e si svolgeranno presso le sedi istituzionali della Regione Campania, della Direzione Interregionale del Lavoro del Ministero del lavoro e dell'Inail presenti sul territorio regionale.

A conclusione del percorso formativo informativo, verrà rilasciato un attestato di partecipazione valido per l’assolvimento degli obblighi di legge ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 81/2008 e ss.mm.ii.

Le domande di partecipazione, allegate all’Avviso - giusto Decreto Dirigenziale n. 90 del 10/11/2015, dovranno pervenire entro il primo dicembre 2015 esclusivamente al seguente indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

AdA

Scarica l’Avviso e la domanda di partecipazione

Leggi tutto...

Tirocini per giovani ingegneri presso la Regione Campania. Domande entro il 18 novembre

Speciale ingegneriLa Regione Campania promuove lo svolgimento di tirocini di orientamento presso il Servizio Prevenzione e Protezione dell’Ufficio del Datore di Lavoro, attraverso la collaborazione delle Università della Campania.

L’ente regionale, quindi, seleziona otto giovani laureati in ingegneria di età non superiore a 30 anni.

Per candidarsi è necessario essere residenti nella Regione da più di sei mesi e aver conseguito il titolo di studio richiesto in una delle Università aderenti: Seconda Università di Napoli, Università Federico II di Napoli, Università Parthenope, Università di Salerno, Università del Sannio.

La laurea deve essere stata conseguita da non più di dodici mesi con votazione non inferiore a 105/110.

Le domande potranno essere presentate fino alle ore 12 del giorno 18 novembre 2015.

AdA

Bandi e info

Leggi tutto...

Emissioni in atmosfera. La Regione Campania aggiorna la norma.

emissioni atmosferaPubblicata sul BURC n. 31 del 2015 la DGR n. 243 del 08/05/2015 avente ad oggetto la revisione e l’aggiornamento parziale delle disposizioni di cui alla DGR n. 4102 del 1992 relativa alle norme in materia ambientale e di emissioni in atmosfera.

A seguito delle innovazioni normative introdotte dal D.lgs 152/06 e s.m.i., si è reso necessario aggiornare la D.G.R. n. 4102 del 5 agosto 1992, in relazione ai settori produttivi, ai sistemi e tecniche di contenimento delle emissioni atmosferiche inquinanti, ed alle metodiche di campionamento ed analisi.

La Delibera, inoltre, integra i seguenti documenti tecnici prodotti dall'ARPAC:
- elenco dei settori produttivi;
- schede tecniche dei sistemi d’abbattimento;
- metodiche di campionamento ed analisi delle emissioni in atmosfera

AdA

Scarica la Deliberazione Giunta Regionale n. 243 del 08/05/2015

Leggi tutto...

Modulistica unificata in edilizia. La Regione Campania la approva con decreto dirigenziale

modulistica ediliziaLa Regione Campania - Direzione Generale 9 "Direzione Generale per il governo del territorio" - con decreto dirigenziale n. 17 del 02/04/2015, ha dato attuazione alle numerose semplificazioni amministrative nel settore edilizio.

Il provvedimento prevede, infatti, l'adozione della modulistica digitalizzata unificata, ai sensi degli accordi stato, regioni ed enti locali del 12 giugno 2014 e del 18 dicembre 2014, per alcune importanti procedure come la presentazione della Comunicazione di Inizio Lavori (CIL), di quella di Inizio Lavori Asseverata (CILA) per gli interventi di edilizia libera, dell'istanza del Permesso di costruire nonché quella della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA).

AdA

Scarica la Modulistica

Leggi tutto...

Sostegno allo sviluppo delle imprese artigiane

imprese artigianePubblicato sul BURC n. 20 del 2015 il D.D. n. 270 avente ad oggetto l’approvazione dell’Avviso pubblico per il sostegno allo sviluppo delle imprese artigiane.

È operativa dal 24 marzo la procedura per la presentazione delle domande a valere sul bando finalizzato alla concessione di contributi fino a 15 mila euro alle micro imprese artigiane per l’acquisto di beni strumentali funzionali all'attività.

Le risorse finanziarie complessivamente disponibili sono pari a € 2.000.000,00. L’Amministrazione Regionale, si riserva la facoltà di destinare risorse aggiuntive a quelle attualmente disponibili.

La concessione dei contributi avverrà con la modalità del procedimento a graduatoria. Per la realizzazione delle iniziative di cui al presente Bando, la Regione Campania riconoscerà contributi, sotto forma di sovvenzione diretta in conto capitale pari al 35% (trentacinque per cento), delle spese sostenute per programmi di spesa non inferiori ad € 5.000,00 e non superiori ad € 50.000,00 effettuati da imprese artigiane; con un’agevolazione, pertanto, non inferiore ad € 1.750,00 e non superiore ad € 17.500,00.

Le spese, per essere considerate ammissibili, devono essere funzionali alle finalità del programma di spesa e commisurate allo svolgimento dell’attività ammissibile. Risultano ammissibili le spese relative all’acquisto di immobilizzazioni materiali e servizi reali quali macchinari e Servizi per l’e-Commerce e servizi di supporto all’imprenditore per favorire l’applicazione dei risultati della ricerca tecnologica e l’eventuale deposito di brevetti per nuovi prodotti o nuovi processi produttivi

Possono beneficiare delle agevolazioni le microimprese, le piccole e medie imprese, i consorzi e le società consortili, anche in forma cooperativa, iscritti all’Albo provinciale delle imprese artigiane, di cui alla L.R. 11/87.

Il richiedente dovrà presentare la domanda di agevolazione esclusivamente con modalità telematica, pena esclusione, dal giorno successivo alla data della pubblicazione del presente Bando sul BURC e non oltre il sedicesimo giorno da tale data.

AdA

Vai al Bando

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS