fbpx

itenfrdees

Promos Ricerche è un Consorzio senza fini di lucro. SCOPO: La promozione e l’introduzione dell’innovazione in qualsiasi forma e settore. Scopri di più.

Illuminazione con moduli LED. Nuova Guida tecnica CEI 34-156

ledPubblicata la nuova Guida tecnica CEI 34-156Guida per la protezione degli apparecchi di illuminazione con moduli LED dalle sovratensioni”.
La Guida ha lo scopo di informare il fabbricante di apparecchi di illuminazione in merito alle cause che tipicamente originano le sovratensioni e di definire alcune misure di protezione tali da preservare gli apparecchi di illuminazione dai possibili guasti. La Guida si riferisce in particolare agli apparecchi installati in impianti di illuminazione posti all'esterno, quali ad esempio quelli per illuminazione stradale e arredo urbano.
La rapida evoluzione delle sorgenti luminose basate su tecnologie LED e il costante miglioramento della loro efficienza luminosa ne ha comportato una massiccia applicazione all’interno degli apparecchi di illuminazione, modificandone i tratti distintivi, aprendo nuove frontiere nel design e creando nuovi scenari e percezioni luminose.
Rispetto a qualche anno fa, gli apparecchi di illuminazione con moduli LED dispongono di una sorgente luminosa di dimensioni contenute, di grande luminanza, costruita utilizzando tecnologie, strumenti ed attrezzature per l’assemblaggio propri del mondo dell’elettronica.
Le prerogative dimensionali, di funzionamento e di isolamento sono assolutamente diverse dalle sorgenti luminose “tradizionali” utilizzate finora.
Uno degli elementi critici per i moduli LED è la temperatura di funzionamento, poiché essa influenza sia la quantità di luce emessa (flusso luminoso) che le aspettative di vita. Tutti gli apparecchi con moduli LED sono pertanto progettati per mantenere la temperatura dei singoli LED al più basso valore possibile.
L’utilizzo delle nuove sorgenti LED negli apparecchi di illuminazione installati in impianti posti all’esternoha evidenziato un certo numero di guasti dovuti alle sollecitazioni indotte dall’ambiente stesso. Inoltre si è spesso osservato come le aspettative di vita, rilevate a fronte di attente prove di laboratorio in accordo alle Norme di sicurezza e di immunità, non sono state confermate nel reale utilizzo.

mb

Fonte CEI

Leggi tutto...

Efficienza energetica: pubblicate quattro nuove norme CEI

EFFIC ENERRecentemente  pubblicate dal Comitato Tecnico CEI 315 quattro nuove norme in materia di efficienza energetica.
La Norma CEI UNI EN 16325 (CEI 315-9) “Garanzie d’origine dell’energia – Garanzie d’origine dell’elettricità” specifica i requisiti per le garanzie d’origine dell’elettricità da tutte le fonti energetiche e ne stabilisce la terminologia e le definizioni, i requisiti per la registrazione, l’emanazione, il trasferimento e la cancellazione in linea con quanto indicato dalle direttive 2009/28/CE (Fonti rinnovabili – RED), 2012/27/CE (Efficienza energetica – EED) e 2009/72/CE (Mercato interno dell’elettricità – IEM). La norma definisce inoltre i metodi di misurazione e le procedure di audit. Il contenuto della norma può, con gli opportuni adattamenti, essere applicato per esempio al riscaldamento, al raffrescamento, o al gas (incluso il biogas).
La Norma CEI UNI EN 16247-5 (CEI 315-13) “Diagnosi energetiche – Parte 5: Competenze dell’auditor energetico” definisce i requisiti di competenza di un auditor energetico e può essere utilizzata per definire schemi nazionali di qualificazione della figura dell’auditor energetico, oppure dalle organizzazioni al fine di nominare un auditor energetico competente, o infine per assicurare, applicandola insieme alle altre Parti della serie EN 16247, un processo di diagnosi energetica di buona qualità. Tale norma stabilisce inoltre che tutte le competenze richieste possono far capo a un unico auditor energetico oppure ad un gruppo di auditor energetici.
La Norma CEI UNI EN ISO/IEC 13273-1 (CEI 315-14) “Efficienza energetica e fonti energetiche rinnovabili – Terminologia internazionale comune – Parte 1: Efficienza energetica” intende fornire supporto alle attività relative all’energia e all’efficienza energetica. I termini indicati sono stati selezionati in funzione della loro importanza e valenza trasversale. Tale norma si focalizza sui principi fondamentali e sui concetti della terminologia per l’efficienza energetica e la gestione dell’energia che sono di interesse per un elevato numero di Comitati Tecnici con lo scopo di migliorare la coerenza dei termini energetici.
La Norma CEI UNI EN ISO/IEC 13273-2 (CEI 315-15) “Efficienza energetica e fonti energetiche rinnovabili – Parte 2: fonti energetiche rinnovabili” intende fornire supporto alle attività relative all’energia e alle fonti energetiche rinnovabili. La norma tratta concetti che appartengono al campo generale dell’energia e, all’interno di questo, ai concetti trasversali nel settore delle fonti energetiche rinnovabili.
Le Norme CEI del CT 315 sono disponibili presso tutti i punti vendita CEI e CEI Webstore per l’acquisto online, sia in versione cartacea sia elettronica.  Le norme sono pubblicate in lingua inglese, eccetto la Norma CEI UNI EN 16247-5 (CEI 315-13) che presenta il testo bilingue (inglese-italiano).

mb

Fonte CEI

Leggi tutto...

Apparecchi audio, video ed apparecchi elettronici similari - Requisiti di sicurezza. Pubblicata la CEI EN 60065

videoRecentemente pubblicata la CEI EN 60065 – Apparecchi audio, video ed apparecchi elettronici similari - Requisiti di sicurezza
La CEI EN 60065  recepisce la IEC 60065:2014 e successivo corrigendum, unitamente alle modifiche comuni europee preparate dal CT/CLC 108X.  e  si applica agli apparecchi elettronici progettati per essere alimentati dalla RETE di alimentazione o da un ALIMENTATORE, da batterie o da ALIMENTAZIONI REMOTE, e destinati alla ricezione, generazione, registrazione o riproduzione di segnali audio, video e segnali associati.
La norma si applica anche agli apparecchi progettati per essere utilizzati esclusivamente in combinazione con gli apparecchi sopra citati. La CEI EN 60065 riguarda principalmente gli apparecchi destinati all'uso domestico e usi generici analoghi ma suscettibili di essere impiegati anche in luoghi pubblici, come scuole, teatri, luoghi di culto e luoghi di lavoro. Essa riguarda anche gli APPARECCHI PROFESSIONALI destinati all'impiego di cui sopra, a meno che non ricadano specificamente nel campo di applicazione di altre norme.
La Norma sostituisce completamente la Norma CEI EN 60065:2004-06, che rimane applicabile fino al 17-11-2017.

mb

Fonte CEI

Leggi tutto...

“Impianti e costruzioni elettriche”. Disponibile una nuova pubblicazione CEI

IMPIANTI CEIIl CEI - Comitato Elettrotecnico Italiano ha pubblicato il nuovo volume “Impianti e costruzioni elettriche - Dalla pratica alla teoria. Manuale per progettisti e studenti”, ad opera del prof. Angelo Baggini, Università degli Studi di Bergamo, e dell’ing. Franco Bua, Segretario Tecnico Referente CEI.
Il libro si presenta come un pratico ed esaustivo ausilio nello studio di impianti, macchine e componenti elettrici nelle applicazioni, allo scopo di ridurre il gap che spesso viene messo in evidenza tra la conoscenza teorica e l’attività professionale.
Il volume fornisce i principali riferimenti normativi alla regola dell’arte, proponendo molte pratiche soluzioni ed utili approfondimenti. Il testo è strato strutturato su diversi livelli caratterizzati graficamente che permettono letture e ricerche con vari gradi di approfondimento.
“Impianti e costruzioni elettriche” è una pubblicazione che si inserisce a pieno titolo tra le attività del CEI finalizzate alla formazione e all'aggiornamento di consulenti, progettisti e installatori di oggi e di domani, contribuendo alla crescita e al mantenimento di un ruolo all'avanguardia del nostro Paese.
Il volume è destinato principalmente ai consulenti, ai progettisti ed agli installatori, ma si presta anche a livello accademico e tecnico-superiore come compendio ai libri di testo, con l'obiettivo di fornire per i vari argomenti di studio riferimenti normativi e pratici allo stato dell'arte. I contenuti presenti nel libro sono infatti di carattere pratico, ma sostenuti da una solida impostazione teorica.
L’opera è dunque pensata per i professionisti che vogliano rinfrescare la teoria per affrontare problemi nuovi, e per gli studenti che vogliano diventare professionisti con delle abilità pratiche consolidate.

mb

Fonte CEI

Leggi tutto...

Pubblicato dal CEI il Nuovo Volume “Televisione, Radio, Multimedia su reti IP a banda larga e ultralarga”

TELEVISIONEPresentato dal CEI – Comitato Elettrotecnico Italiano, presso la sede Rai in Viale Mazzini 14, il nuovo Documento Divulgativo rivolto a cittadini e imprese: “Televisione, Radio, Multimedia su reti IP a banda larga e ultralarga”.
Il Comitato Tecnico 319, competente su Radio, TV, multimedia, over broadband, ha così redatto un Documento Divulgativo che, grazie al linguaggio semplice e al rigore tecnico, offre agli utenti e ai professionisti esperti del settore la possibilità di consultare le nuove tendenze del mercato tecnologico.
La pubblicazione ha lo scopo di illustrare a cittadini e imprese le nuove potenzialità tecnologiche della Televisione e della Radio, e i servizi multimediali che possono essere offerti su dispositivi smart connessi.
Gli argomenti trattati dal Documento Divulgativo si suddividono in tre parti:

  • la prima è rivolta a tutti gli utenti attraverso argomenti di carattere divulgativo come servizi, ambienti, configurazioni, oltre a un Glossario delle “Parole dell’Innovazione”;
  • la seconda parte, invece, si occupa di approfondire in modo più tecnico i temi introduttivi per professionisti;
  • la terza è infine costituita da Schede staccabili per realizzare o aggiornare impianti di distribuzione domestica.

Il volume rivolge una particolare attenzione alla formazione tecnico-scientifica, per preparare gli utenti non solo all’uso delle nuove tecnologie nel lavoro, ma anche per contribuire attivamente alla creazione di una nuova occupazione nelle imprese.
Il Documento Divulgativo è disponibile presso tutti i punti vendita CEI.

mb

Fonte CEI

Leggi tutto...

Compatibilità elettromagnetica delle apparecchiature multimediali

compatibilita emPubblicata la Norma CEI EN 55032 che si applica alle apparecchiature multimediali (MME: MultiMedia Equipment) con una tensione di alimentazione nominale c.c. o c.a. (valore efficace) non superiore a 600 V.
La Norma fissa sia i requisiti di protezione che danno un adeguato livello di protezione dello spettro radio, consentendo ai servizi radio di funzionare come previsto nella gamma di frequenza da 9 kHz a 400 GHz, sia le modalità e le procedure di misura necessarie a garantire la riproducibilità delle misure stesse e la ripetibilità dei risultati.
Le prescrizioni in materia di emissione radiata non si applicano né alle trasmissioni intenzionali da parte di trasmettitori, come definiti da ITU, né alle emissioni spurie dovute a tali trasmissioni intenzionali.
In questa Norma non si danno prescrizioni su come eseguire prove in-situ, perché questo genere di prove sono al di fuori dello scopo di questa pubblicazione.
La presente Norma sostituisce la Norma CEI EN 55032:2013-06 che rimane applicabile fino al 05-05-2018.
La Norma recepisce il testo originale inglese della Pubblicazione IEC.

Il Consorzio Promos Ricerche, quale punto di riferimento territoriale degli Enti Normatori italiani UNI e CEI, offre, presso i propri uffici, la consultazione gratuita della normativa tecnica dei principali Enti Normatori (UNI, CEI, ISO, IEC, CENELEC, CEN).
mb
Fonte CEI

Leggi tutto...

Atmosfere esplosive. Pubblicata la CEI EN 60079-10-2. Classificazione dei luoghi - Atmosfere esplosive per la presenza di polveri combustibili

exLa Norma CEI EN 60079-10-2 tratta dell'identificazione e della classificazione dei luoghi dove sono presenti atmosfere esplosive dovute a polvere e strati di polvere combustibile, onde consentire un'adeguata valutazione delle sorgenti di accensione presenti in detti luoghi. I principi di questa Norma possono anche essere seguiti nei casi in cui fibre combustibili o residui volanti combustibili possono causare un pericolo.
Questa Norma è destinata ad essere applicata dove può esserci un rischio dovuto alla presenza di atmosfere esplosive dovute a polvere o strati di polvere combustibile, in condizioni atmosferiche normali.
La Norma in oggetto sostituisce completamente la CEI EN 60079-10-2:2010-01 che rimane applicabile fino al 20-02-2018.
La CEI EN 60079-10-2 viene pubblicata dal CEI in una prima fase nella sola lingua inglese, per consentirne l'immediato utilizzo da parte degli utenti interessati, nel rispetto della data di pubblicazione fissata dagli Enti Normatori internazionali.
Successivamente il CEI pubblicherà, in un nuovo fascicolo, la stessa Norma in versione italiano-inglese; tale nuova versione avrà la stessa validità della presente.
Il Consorzio Promos Ricerche, quale punto di riferimento territoriale degli Enti Normatori italiani UNI e CEI, offre, presso i propri uffici, la consultazione gratuita della normativa tecnica dei principali Enti Normatori (UNI, CEI, ISO, IEC, CENELEC, CEN).
mb
Fonte CEI

Leggi tutto...

Apparecchi elettromedicali. Pubblicata la CEI EN 62353 “Verifiche periodiche e prove da effettuare dopo interventi di riparazione degli apparecchi elettromedicali”

elettromedicaliLa Norma si applica alle prove sugli apparecchi elettromedicali e sui sistemi elettromedicali o su parti di tali apparecchi o sistemi, conformi alle prescrizioni della EN/IEC 60601-1:1988 (seconda edizione) e delle sue Modifiche e della EN/IEC 60601-1:2005 (terza edizione) e delle sue Modifiche, prima della loro messa in servizio, durante le operazioni di manutenzione, ispezione, assistenza e dopo la riparazione, oppure in occasione delle prove periodiche effettuate per valutare la sicurezza di tali apparecchi EM o sistemi EM o di loro parti. Nel caso di apparecchiature costruite non secondo la EN/IEC 60601-1, le seguenti prescrizioni possono essere applicate tenendo conto delle norme di sicurezza per la progettazione e delle informazioni contenute nelle istruzioni per l'uso di tale apparecchiatura.
La CEI EN 62353 contiene tabelle che riportano i valori ammessi, relativi alle diverse edizioni della EN/IEC 60601-1. Ai fini della presente Norma, l'applicazione dei metodi di misura è indipendente dall'edizione per la quale l'apparecchio EM o il sistema EM è stato progettato.
Questa seconda edizione annulla e sostituisce la prima edizione della EN/IEC 62353 pubblicata nel 2007.
Questa edizione costituisce una revisione tecnica comprendente le seguenti modifiche principali:

  • - chiarisce che le misure delle correnti di dispersione basate sulle configurazioni delle prove derivate dalla EN/IEC 60601-1 sono un metodo alternativo consentito con l'inserimento di spiegazione informativa nell'Allegato A;
  • - revisione dei requisiti di protezione di resistenza di terra per sistemi EM che utilizzano prese multiple per tener conto della Norma EN/IEC 60601-1:2005/A1:2012 per i valori di sicurezza consentiti di resistenza di messa a terra delle apparecchiature collegate;
  • - inserimento di valori di resistenza di isolamento minimi previsti nella Tabella 2 e riordino della sequenza delle prove nell'Allegato B.

La Norma in oggetto sostituisce completamente la Norma CEI EN 62353:2010-10, che rimane applicabile fino al 09-10-2017.
La presente Norma riporta il testo in inglese e italiano della EN 62353; rispetto al precedente fascicolo n. 14244E di luglio 2015, essa contiene la traduzione completa della EN sopra indicata.

Il Consorzio Promos Ricerche, quale punto di riferimento territoriale degli Enti Normatori italiani UNI e CEI, offre, presso i propri uffici, la consultazione gratuita della normativa tecnica dei principali Enti Normatori (UNI, CEI, ISO, IEC, CENELEC, CEN).

mb

Fonte CEI

 

Leggi tutto...

22 ottobre 2015. Convegno su "Qualificazione e Qualità: I veri professionisti della sicurezza anticrimine e le migliori soluzioni tecnologiche sul mercato"

PAN foto39Giovedi 22 ottobre 2015 alle ore 10:00, nella Sala Convegni della Camera di Commercio di Napoli, si è tenuto un convegno su "Qualificazione e Qualità: I veri professionisti della sicurezza anticrimine e le migliori soluzioni tecnologiche sul mercato".

L'evento, organizzato da A.I.P.S. (Associazione Installatori Professionali di Sicurezza) e dal Consorzio Promos Ricerche, in collaborazione con A.I.PRO.S.  (Associazione Italiana Professionisti della Sicurezza), è stato patrocinato dal Collegio dei Periti Industriali di Napoli, dall'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli e dal CEI (Comitato Elettrotecnico Italiano).

A.I.P.S. ed A.I.PRO.S. condividono l'obiettivo statutario di promuovere la professionalizzazione delle figure operanti nel mercato della sicurezza anticrimine, tramite il riconoscimento di requisiti tecnici, gestionali ed etici.

Il Consorzio Promos Ricerche, con il supporto della Camera di Commercio di Napoli ed in collaborazione con gli Enti Normatori, UNI e CEI, ha, fin dal 1993, attivato un servizio finalizzato alla promozione, orientamento ed informazione sulla normativa tecnica.

La qualificazione degli operatori, infatti, tutela l'Utenza e contribuisce ad elevare il livello prestazionale dell'intera Filiera della sicurezza.
Nel convegno proposto, A.I.P.S. ed A.I.PRO.S. presentano il proprio studio di qualificazione, fondato in particolare sull'Allegato K della norma CEI 79-3:2012, in cui si evidenzia la necessità per gli operatori di possedere competenze aggiornate e specifiche in materia di apparecchiature e tecnologie impiegate nella sicurezza anticrimine.

L'avanguardia della tecnologia applicata nella videosorveglianza è stato pertanto oggetto della prima relazione tecnica del convegno, presentata dallo sponsor PANASONIC ITALIA.

È seguito l'intervento tecnico da parte di EL.MO. che ha illustrato l’eccellenza tecnologica per la protezione in ambito bancario e i vantaggi delle soluzioni cloud applicate alla sicurezza.

Il Convegno si è rivolto a Progettisti, Professionisti della sicurezza, Installatori di sistemi di sicurezza.

Crediti formativi professionali
Il Collegio dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati di Napoli ha riconosciuto n° 4 (quattro) crediti formativi ai suoi iscritti partecipanti al Convegno.

AdA

Scarica il programma

Scarica gli interventi

A. AVOLIO

G. CARDULLO

P. GALIAZZO

M. GRASSI

M. MARROCCO

M. MESSINA

Leggi tutto...

Sicurezza dei giocattoli elettrici pubblicata la norma CEI EN 62115/A12

toysLa presente Variante è una revisione tecnica della Norma CEI EN 62115:2006-06 incluse le sue Varianti, relativa alla sicurezza dei giocattoli elettrici.

Le principali modifiche introdotte riguardano:

  • Art. 1 "Campo di applicazione": dalla lista degli articoli non considerati giocattoli vengono cancellati gli equipaggiamenti di protezione personale, compresi gli occhialini da nuoto, gli occhiali da sole ed altri dispositivi di protezione oculare inclusi i caschi per biciclette e gli skateboard;
  • Art. 7 "Marcatura ed istruzioni": sostituzione relativa alla marcatura ed istruzioni da riportarsi sugli imballi;
  • Art. 9 "Riscaldamento e funzionamento anormale": modifiche relative alle condizioni di guasto per i circuiti a bassa potenza;
  • Art. 14 "Costruzione": Modifiche relative ai connettori;
  • Art. 20 "Radiazioni, tossicità e pericoli analoghi": Aggiunta dell'Allegato ZC (Normativo) relativo alle verifiche dei campi elettromagnetici;
  • Allegato ZZA (Informativo) "Requisiti essenziali delle Direttive Comunitarie soddisfatti dalla presente Norma": Sostituzione della tabella ZZA.1 relativa alla comparazione tra gli articoli e paragrafi della Norma e la presunzione di conformità ai requisiti particolari del paragrafo IV all'Allegato II della Direttiva 2009/48/EC;
  • Allegato ZZB (Informativo) "Fondamenti e motivazioni della presente Norma europea": vengono introdotte modifiche relative ai criteri per le prove ridotte, alla resistenza all'umidità, ai giocattoli con circuiti elettronici di protezione nonché l'aggiunta di un nuovo paragrafo relativo ai giocattoli che generano campi elettromagnetici.

Il documento è pubblicato dal CEI in una prima fase nella sola lingua inglese, per consentirne l'immediato utilizzo da parte degli utenti interessati, nel rispetto della data di pubblicazione fissata dagli Enti Normatori internazionali.
Successivamente il CEI pubblicherà, in un nuovo fascicolo, la stessa Variante in versione italiano-inglese; tale nuova versione avrà la stessa validità della presente.
La presente Variante recepisce il testo originale inglese della Pubblicazione IEC.
Gli acquirenti della presente Norma riceveranno gratuitamente la versione bilingue in formato PDF.

Il Consorzio Promos Ricerche, quale punto di riferimento territoriale degli Enti Normatori italiani UNI e CEI, offre, presso i propri uffici, la consultazione gratuita della normativa tecnica dei principali Enti Normatori (UNI, CEI, ISO, IEC, CENELEC, CEN).

mb

Fonte CEI

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS