Banner-Breadcumb-news

EnergyAuditCon il decreto interministeriale 12 maggio 2015 del Ministero dello sviluppo economico e del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare viene avviato il programma destinato a stimolare le piccole e medie imprese a rendere più efficienti i loro consumi energetici.

L’iniziativa, prevista dalle norme di recepimento della Direttiva sull’efficienza energetica, mette a disposizione 15 milioni di euro nel 2015 per il cofinanziamento di programmi regionali volti ad incentivare gli audit energetici nelle PMI o l’adozione di sistemi di gestione dell’energia conformi alle norme ISO 50001.

Considerando anche le risorse che saranno allocate dalle Regioni, per le PMI saranno disponibili 30 milioni di euro a copertura del 50% dei costi che sosterranno per la realizzazione delle diagnosi energetiche. Si stima che non meno di 15.000 PMI all’anno potranno essere coinvolte in questa iniziativa e che altrettanti progetti di efficienza energetica scaturiranno dalle diagnosi energetiche.

Possono beneficiare delle agevolazioni concesse dalle Regioni le PMI che sono in possesso dei seguenti requisiti:

  1. essere regolarmente costituite da almeno due anni ed iscritte nel Registro delle imprese; se si tratta di imprese di servizi, essere costituite sotto forma di società;
  2. essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali;
  3. trovarsi in regime di contabilità ordinaria;
  4. non rientrare tra le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea;
  5. trovarsi in regola con le disposizioni vigenti in materia di normativa edilizia ed urbanistica, del lavoro, della prevenzione degli infortuni e della salvaguardia dell'ambiente ed essere in regola con gli obblighi contributivi;
  6. non essere state destinatarie, nei tre anni precedenti la domanda, di provvedimenti di revoca totale di agevolazioni concesse dal Mise e dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, ad eccezione di quelli derivanti da rinunce.

La scadenza per presentare i programmi è fissata al 30 giugno 2015. L’iniziativa verrà replicata annualmente sino al 2020.

Con lo stesso Decreto del 12 maggio 2015 sono stati inoltre approvati gli schemi, predisposti da ACCREDIA, di certificazione ed accreditamento per la conformità alle norme tecniche relative alle “Società che forniscono servizi energetici” (ESCO), agli Esperti in Gestione dell’Energia (EGE), ai Sistemi di Gestione dell’Energia (SGE).

AdA

Scarica il Decreto del 12 maggio 2015

fonte MiSE

Legge di Stabilità 2015: dal 1 luglio le domande per i finanziamenti all’artigianato digitale.

Efficienza Energetica 2015: 120 milioni per sostenibilità ed efficienza

Soluzioni integrate per smart city: proposte entro il 4 maggio

Incentivi al ricorso a giovani professionisti da parte delle imprese campane. Prorogata la scadenza al 15 maggio

Smartphone al servizio dell’ambiente: gara Ue da 5 milioni

Sostegno allo sviluppo delle imprese artigiane

Riduzione contributiva INAIL: presentazione dell'OT24 entro il 28 febbraio

Incubatori d'impresa. Il Comune di Napoli propone la terza edizione di "VulcanicaMente: dal talento all'impresa"

Tecnico Superiore della Logistica Integrata. Dal Cesvitec un corso I.F.T.S.

Dalla Federico II nuova edizione del Master di II Livello in Ergonomia

Ismea lancia un bando per giovani imprenditori

Da Rotary e AICA un concorso per tesi di dottorato e tesi di laurea

Finanziamenti a fondo perduto per la salute e sicurezza sul lavoro. Pubblicato il Bando ISI 2014

Bando FIPIT: l’INAIL proroga la scadenza di presentazione delle domande

Voucher PMI. Finanziamenti a fondo perduto per la digitalizzazione aziendale.

Smart&Start: Prestiti a tasso zero fino all'80% dei costi e premi per donne e giovani.

Agevolazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie

Progetto “Vivaio delle abilità e delle attività femminili”. Bando di selezione

Campania: finanziamenti fino a 1 milione di euro per le “Reti di impresa”.

scarica app