Banner-Breadcumb-news

sabatiniIl Ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato la “Guida alla trasmissione delle richieste di erogazione delle quote di contributo” della Nuova Sabatini. La Guida descrive la procedura operativa per effettuare le richieste di erogazione delle quote di contributo.

“L'erogazione del contributo – spiega il Mise - è prevista al completamento dell’investimento autocertificato dall’impresa ed è effettuata in quote annuali secondo il piano di erogazioni riportato nel provvedimento di concessione.

L’avvenuta ultimazione dell’investimento deve essere attestata dall’impresa con Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, sottoscritta dal legale rappresentante e resa al Ministero entro 60 giorni dalla data di ultimazione e, comunque, non oltre 60 giorni dal termine ultimo previsto per la conclusione dell’investimento, pena la revoca del contributo.

L’impresa beneficiaria, dopo la ricezione del decreto di concessione, dovrà compilare la richiesta di erogazione della prima quota di contributo e i relativi allegati esclusivamente in formato digitale e dovrà inoltrarli al Mise attraverso l’accesso alla piattaforma, inserendo le credenziali che vengono trasmesse via PEC dal Mise all’indirizzo PEC dell’impresa. Contestualmente, una comunicazione informativa circa l’avvenuto invio delle suddette credenziali è trasmessa all’indirizzo e-mail del “referente da contattare per eventuali comunicazioni” indicato nel modulo di domanda.

Con la circolare direttoriale 9 marzo 2017, n.22504 sono state modificate le circolari n.14036 del 15 febbraio 2017 e n.17677 del 24 febbraio 2017, recanti le modalità di presentazione delle domande per la concessione e l’erogazione dei contributi della Nuova Sabatini di cui al decreto del Ministro dello Sviluppo economico di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze del 25 gennaio 2016.

In particolare, è stato sostituito l’allegato 6/A alla circolare n. 17677 del 24 febbraio 2017, relativo all'elenco dei beni materiali rientranti tra gli investimenti sul cui importo viene applicato, ai fini del calcolo del contributo, un tasso di interesse pari al 3,575%.

Inoltre, il punto 8.7 della circolare n. 14036 del 15 febbraio 2017 è sostituito dal seguente: “Con riferimento al settore della produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura, le agevolazioni sono concesse nel rispetto dell’art. 2 del regolamento (UE) n. 1388/2014, che prevede la non applicabilità dello stesso in caso di progetti con spese ammissibili superiori a 2 milioni di euro e aiuti di importo superiore a 1 milione di euro per beneficiario e per anno”.

AdA

Scarica la Guida alla trasmissione delle richieste di erogazione delle quote di contributo

Vai alla piattaforma del MISE

PMI vittime di mancati pagamenti, al via i finanziamenti agevolati

Aziende vinicole: finanziamenti per nuovi macchinari e punti vendita

Aree di crisi: dal 4 aprile apre lo sportello per le domande di accesso ai contributi

Correttivo al nuovo Codice appalti: previste oltre 200 modifiche

Appalti, requisiti dei progettisti e partecipazione dei giovani: in Gazzetta il decreto del Mit

Bonus ricerca e sviluppo, fuori marchi e disegni

3 Borse di Studio dalla Scuola di Governo del Territorio

Pmi, fondi per l’accesso al credito

Modello OT24 di riduzione del tasso INAIL. Il 28 febbraio scade il termine di presentazione

Fondimpresa finanzia la formazione per efficienza energetica e sostenibilità ambientale

Agricoltura: PSR Campania nuovo bando da 35 milioni di euro

Prorogato il bando Isi agricoltura 2016

Nuova Sabatini: riaperto lo sportello per i contributi

Bando per 8 Borse di Studio per l'iscrizione al Corso di Alta Formazione “Governo del Territorio”

Riduzione impatto ambientale. Incentivi dalla Regione Campania

Appalti: MIT, pubblicato in G. U. il decreto sulle opere "superspecialistiche"

EuroTransBio. Dal MISE tre milioni per progetti innovativi

Bando ISI. Dall'INAIL contributi a fondo perduto per bar e ristoranti

Beni culturali, dal CIPE 133 milioni

scarica app